Antropologia
Antropologia

Claude Lévi-Strauss

Antropologia






Introduzione di Marino Niola

Il progetto antropologico di Claude Lévi-Strauss ha esercitato un’influenza straordinaria sulla cultura del Novecento e si è affermato come una pietra miliare nel percorso storico di conoscenza dell’uomo. Alla sua base un’ampiezza di orizzonti incredibile, un’erudizione profondissima, una rara capacità di tessere collegamenti tra le più diverse discipline e implicazioni teoriche e filosofiche; non ultima, una scrittura felicissima, ben lontana dal descrittivismo etnografico e non scontata per un autore di saggistica accademica. Le grandi questioni del presente che rimettono in discussione la frontiera tra natura e cultura si trovano tutte nell’opera di Lévi-Strauss: oggi più che mai risulta di grande attualità l’insegnamento contenuto in queste pagine che Marino Niola, nella sua ampia e illuminante Introduzione, ha definito «una concezione dell’uomo che pone l’altro prima dell’io, e una concezione dell’umanità che, prima degli uomini, pone la vita […] cercando di connettere, come due facce della stessa moneta, la varietà delle forme di vita ai vincoli della mente».

Il progetto antropologico di Claude Lévi-Strauss ha esercitato un’influenza straordinaria sulla cultura del Novecento e si è affermato come una pietra miliare nel percorso storico di conoscenza dell’uomo. Alla sua base un’ampiezza di orizzonti incredibile, un’erudizione profondissima, una rara capacità di tessere collegamenti tra le più diverse discipline e implicazioni teoriche e filosofiche; non ultima, una scrittura felicissima, ben lontana dal descrittivismo etnografico e non scontata per un autore di saggistica accademica. Le grandi questioni del presente che rimettono in discussione la frontiera tra natura e cultura si trovano tutte nell’opera di Lévi-Strauss: oggi più che mai risulta di grande attualità l’insegnamento contenuto in queste pagine che Marino Niola, nella sua ampia e illuminante Introduzione, ha definito «una concezione dell’uomo che pone l’altro prima dell’io, e una concezione dell’umanità che, prima degli uomini, pone la vita […] cercando di connettere, come due facce della stessa moneta, la varietà delle forme di vita ai vincoli della mente».

Contrai -
Prezzo: € 10
Collana: Voci
In libreria dal: 30/09/2021
ISBN: 9788812009121
Pagine: 112
Dimensioni: 120x174mm
Prezzo: € 4,99
Collana: Voci
Disponibile dal: 30/09/2021
ISBN: 9788812009138

Gli autori

Claude Lévi-Strauss

Claude Lévi-Strauss (1908-2009) è stato il massimo teorico dello strutturalismo applicato agli studi antropologici La sua opera costituisce uno degli assi imprescindibili delle scienze umane contemporanee. Tra le sue opere: Le strutture elementari della parentela (1947), Tristi Tropici (1955), Antropologia strutturale (1958), il pensiero selvaggio (1962).

Marino Niola

Marino Niola è professore di Antropologia dei simboli presso l’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli. Editorialista della “Repubblica”, ha una rubrica sul “Venerdì” intitolata Miti d’oggi. Collabora con la RAI e con altre emittenti televisive e radiofoniche italiane e straniere. Tra i suoi libri: Miti d’oggi (Bompiani, 2012), Homo dieteticus (il Mulino, 2015), Diventare don Giovanni (Bompiani, 2019).

Dalla stampa

Iscriviti alla Newsletter per rimanere sempre
aggiornato sui libri in uscita