Novità

Lo stile dell’abuso

Violenza domestica e linguaggio

Tra i tanti punti di vista dai quali si analizza il fenomeno della violenza domestica nessuno è stato più sottovalutato del linguaggio. Eppure, l’uso delle parole, la loro combinazione, lo “stile del discorso” costituiscono invece il mezzo fondamentale di cui l’abusante si avvale per ridurre e mantenere la donna in uno stato di continua soggezione e soccombenza. Attraverso una trattazione che ridiscute criticamente i concetti di potere e violenza a partire dal loro rapporto con la lingua e lo studio di un ampio corpus di casi raccolti in più di vent’anni di ricerche, l’autrice ridefinisce la violenza domestica elaborando nuove categorie interpretative, ne illustra i meccanismi occulti ancora ignoti e descrive per la prima volta il complesso sistema linguistico che sta alla sua base. Dimostrandoci che l’analisi linguistica dello “stile dell’abuso” non è altro che una “macchina della verità”.

Prezzo: € 23
Pagine: 352
Collana:Visioni
In libreria da: 16/09/2021

L’età della nostalgia

Populismo e società del post-lavoro

Nel periodo successivo alla crisi economica del 2007-2008, la nostalgia ha offerto alla società occidentale un confortante rifugio di fronte alle contraddizioni del presente e alla difficoltà di immaginare un futuro, alimentando spesso fantasie populiste che invitavano a “riprendere il controllo” o a rendere alcune nazioni “di nuovo grandi”. Alessandro Gandini suggerisce di interpretare questa nostalgia che contraddistingue l’inizio del XXI secolo come la conseguenza storica della fine del modello affermatosi nel secondo dopoguerra, costruito sul lavoro come principale fondamento della coesione sociale e strumento irrinunciabile per “vivere bene”. Essa rappresenterebbe dunque il sintomo più eclatante della nostra manifesta incapacità di pensare un’organizzazione che vada oltre questo modello, diventando così il comune denominatore di una serie di fenomeni culturali e sociali – dai Baby Boomers ai Millennials – che attraversano diverse generazioni e corrispondono a differenti – e per certi versi incompatibili – visioni del mondo.

Prezzo: € 15
Pagine: 152
Collana:Visioni
In libreria da: 16/09/2021

Carcere

Ancora l’ultima edizione della World prison population list dice che dall’inizio del secolo la popolazione detenuta mondiale è cresciuta di due milioni di persone, per una percentuale del 24%, un quarto in più. Non era questo che ci si aspettava quando, nella seconda metà del secolo scorso, si pronosticava l’era della decarceration, scommettendo sulle misure alternative alla detenzione e su un passo ulteriore nel processo di civilizzazione del sistema delle pene. Questo imprevisto rimette il carcere nel vocabolario del 21° sec., laddove si pensava di poterne fare a meno. (da Carcere di Stefano Anastasia e Luigi Manconi)

Prezzo: € 0,99
Collana: Echi
Disponibile dal: 09/09/2021

Seconde generazioni

«L’emergere della tematica dei figli degli immigrati denota il passaggio dalla logica di breve periodo della regolazione dei flussi migratori in funzione del mercato del lavoro alla logica di lungo periodo dell’istallazione delle popolazioni d’origine immigrata e della loro integrazione nel tessuto sociopolitico del Paese d’immigrazione.» (da Seconde Generazioni di Rosita Fibbi)

Prezzo: € 0,00
Collana: Echi
Disponibile dal: 23/09/2021

Iscriviti alla Newsletter per rimanere sempre
aggiornato sui libri in uscita