Novità

Riservatezza

Google decide come dobbiamo avere accesso alle notizie, scegliendo per noi quelle più adatte.
Facebook ci consiglia gli amici, le foto e le cose che ci piacciono. Amazon intuisce quale sarà il
prossimo libro che leggeremo – e nel frattempo coglie l’occasione per vendercelo. Benvenuti
nell’era dell’algoritmo, della condivisione dei dati, dell’uso dei big data. Benissimo, ma che fine ha
fatto la nostra privacy? Affrontare un ragionamento sulla riservatezza significa costruire una
struttura a protezione della libertà dell’individuo e della società. Stefano Rodotà, uno dei più
importanti giuristi del Novecento, ha delineato l’orientamento teorico alla base dei protocolli di
protezione dei dati dei cittadini, in pagine tanto utili per il singolo individuo quanto significative per
lo sviluppo culturale dell’intera società. Il saggio di Antonello Soro illustra il percorso di ricerca e la
riflessione intellettuale di Rodotà, mentre Franco Gallo ci offre un affettuoso e sentito ricordo
dell’autore.

Prezzo: € 10
Pagine: 108
Collana:Voci
In libreria da: 18/02/2021

L’ombra della sovranità

Da Hobbes a Canetti e ritorno

“Sovranità” è stato uno dei termini chiave del linguaggio politico a partire dalla prima età moderna
e, spesso in accezioni e derivazioni improprie (come “sovranismo”), continua a esserlo anche oggi.
Il suo senso, però, è sempre stato vago e fragile in virtù di una contraddizione esplosiva: alle sue
origini c’è una crisi estrema, la fine della legittimazione dall’alto dell’autorità, della teologia politica
medievale. “Sovranità” è dunque un ponte gettato sul vuoto del silenzio di Dio, è lo sforzo disperato,
ma al contempo irrinunciabile, di distinguere il potere dalla nuda forza mantenendolo ancorato a
un principio, in un contesto in cui la sola sostanza del potere rimane il consenso.

Prezzo: € 15
Pagine: 144
Collana:Visioni
In libreria da: 18/02/2021

La promessa di un sogno

Ricordi e utopie degli anni sessanta

Ribellione e volontà di cambiamento, contestazione e speranza, sogno, forse utopia: gli anni Sessanta sono stati un periodo straordinario per tutta la società americana ed europea, ma in particolare un momento storico per le donne, di presa di coscienza e di partecipazione, di liberazione dai ruoli sessuali, familiari, sociali. Dalle lotte sindacali ai primi passi verso l’emancipazione femminile, dai nuovi media alle avanguardie culturali, attraverso il pop, le minigonne, lo sballo e l’incredibile scena musicale, l’autrice ricostruisce l’atmosfera e gli eventi di quel periodo entusiasta e rivoluzionario, consegnandoci un romanzo di formazione divertente e allo stesso tempo struggente.

Prezzo: € 25
Pagine: 384
Collana:Visioni
In libreria da: 04/02/2021

La lingua infetta

L'Italiano della pandemia

Covid-19 ha profondamente modificato le nostre abitudini di vita, e con esse anche il nostro linguaggio. Come concepire e quindi come “denominare” e comunicare eventi, comportamenti e regole del tutto o in parte nuovi?  Il volume, che coniuga l’alta leggibilità con un’impostazione rigorosamente linguistica, è dedicato ai risvolti lessicali e discorsivi dei principali aspetti culturali, mediatici e sociali della pandemia.  La riflessione su parole chiave, neologismi e termini medici e semi-specialistici circolati durante l’emergenza sanitaria mira a mettere in luce i flussi comunicativi tra discorso giornalistico, istituzionale, scientifico, pubblicitari e dei social network.  Partendo dalla considerazione che gran parte del “lessico del contagio” si è formata in ambito internazionale, l’analisi si arricchisce di uno sguardo europeo su lingue (soprattutto francese e tedesco) e comportamenti, fondamentale per comprendere le modalità comunicative di una crisi che non può essere letta in chiave solo italiana, dato il suo carattere intrinsecamente transnazionale.

Prezzo: € 12
Pagine: 240
Collana:Voci
In libreria da: 04/02/2021

Storia delle idee

Intorno agli anni Quaranta del Novecento, grazie agli studi del filosofo americano Arthur Oncken Lovejoy, nasce negli Stati Uniti la storia delle idee come disciplina autonoma, distinta dalla storia della filosofia e incentrata sul concetto di processo ed elaborazione inteso come continua mutazione. Proprio i testi di Lovejoy costituiscono il punto di partenza della riflessione di Jacques Le Goff che, con la chiarezza del divulgatore e una scrittura seducente, ripercorre tutti i passaggi che hanno caratterizzato l’accoglienza della disciplina in Europa e le sue conseguenze nell’elaborazione sociale e politica. La sua indagine dimostra come l’uomo attraverso la storia delle idee abbia saputo trovare una via d’uscita dai vincoli della storia, su cui è ancora possibile in qualche modo influire grazie alla consapevolezza politica e alla conseguente azione.

Prezzo: € 10
Pagine: 120
Collana:Voci
In libreria da: 04/02/2021

Iscriviti alla Newsletter per rimanere sempre
aggiornato sui libri in uscita