Novità

Libro dell’anno 2022

Appuntamento ormai irrinunciabile, Il Libro dell’Anno 2022 diretto da Riccardo Chiaberge presenta gli avvenimenti e i temi salienti dei dodici mesi appena trascorsi nella cultura e nell’arte, in politica e in economia, nella scienza e nella tecnologia, in Italia e nel mondo.

La cronologia: sintetizza giorno per giorno i fatti più significativi, corredati da immagini, cifre e brevi approfondimenti. Ogni mese è introdotto da una galleria di immagini sugli eventi più significativi del periodo. La foto simbolo in apertura fissa l’evento del mese.

I temi: 30 articoli affidati a importanti firme del giornalismo e ai maggiori esperti nei vari settori disciplinari offrono approfondimenti sui fenomeni, i problemi e i personaggi più importanti ed emblematici dell’anno. In questa edizione la guerra nel cuore dell’Europa, la crisi climatica, l’emergenza energetica e alimentare, i nuovi assetti dell’ordine mondiale, le battaglie dei giovani e delle donne. Ma anche l’eredità culturale di Pasolini e la sua lettura della società nel centenario della sua nascita; la rinascita dopo il Covid-19 di Brescia e Bergamo, capitali italiane della cultura 2023; il gender gap sui luoghi di lavoro; il James Webb Space Telescope e la ripresa delle attività vulcaniche; l’exploit del nuoto italiano e la fine dello sport globalizzato.

20 temi di estrema urgenza e attualità e 10 appassionanti ritratti dei grandi protagonisti dell’anno affidati a studiosi e importanti specialisti dei vari settori come, tra gli altri, Sara Bentivegna, Sandro Cappelletto, Patrizia Caraveo, Giorgio Cella, Mario Del Pero, Enrico Franceschini, Valentina Furlanetto, Andrea Graziosi, Sergio Harari, Guido Crainz, Liana Milella, Karolina Muti, Giovanni Orsina, Marta Ottaviani, Paola Profeta. Tra i personaggi: Cecilia Alemani, Paola Egonu,Arianna Fontana, Zhara Joya, Khaby Lame, Speranza Scappucci, Silvana Sciarra. Concludono la serie dei temi le Parole dell’anno.

Prezzo: € 29
Pagine: 560
Collana:In uscita
In libreria da: 09/12/2022

Atlante geopolitico 2022

In un mondo segnato da eventi di portata globale che indirizzano l’umanità verso nuovi e sempre più complessi percorsi, l’Atlante Geopolitico Treccani 2022 continua a rappresentare uno strumento indispensabile per orientarsi in una realtà in continuo mutamento. Frutto della rinnovata collaborazione tra l’Istituto della Enciclopedia Italiana e il Centro Studi di Politica Internazionale (CeSPI), l’opera conferma anche in questa edizione i suoi punti di forza: chiarezza espositiva, rigore dell’analisi, immediata fruibilità dei contenuti, accurata selezione dei dati, costante aggiornamento delle informazioni somministrate, ricchezza del corredo di grafici, tabelle e carte geopolitiche e tematiche. Grazie al contributo di eminenti studiosi ed esperti e alla qualità di un sapere certificato, l’edizione 2022 dell’Atlante Geopolitico Treccani accompagna il lettore nell’analisi e nella comprensione di scenari complessi, sempre più caratterizzati dall’intreccio tra tendenze che porteranno nel tempo a inevitabili trasformazioni e cambiamenti imprevisti (ma non per questo imprevedibili). Nell’indagine di tali profonde connessioni, e con un riferimento costante all’attualità, grande rilievo è dunque dato non solo all’esame delle ricadute della pandemia – con le sue conseguenze di lungo periodo in termini economici, sociali e demografici – ma anche all’analisi di come queste interagiscono con la crisi ambientale e climatica nonché con le trasformazioni degli scenari energetici. Particolare attenzione è riservata ai cambiamenti in atto nell’ordine mondiale e agli innumerevoli conflitti militari che attraversano lo scenario internazionale, il cui potenziale destabilizzante – che si è manifestato in tutta la sua drammaticità e dirompenza con l’invasione russa dell’Ucraina – influenza le prospettive di crescita e sviluppo in tante zone del mondo, spesso poco “illuminate” dai riflettori mediatici. Resta ampio lo spazio dedicato agli Stati, con dettagliate schede rinnovate nel corredo grafico e cartografico. Accanto al tradizionale esame dei più recenti fatti politici interni, del ruolo assunto dai singoli Paesi nello scacchiere internazionale, degli sviluppi sociali e demografici e della politica energetica e di sicurezza, particolare rilievo viene dato all’analisi delle politiche ambientali e alla tutela dei diritti umani, temi sempre più rilevanti nel dibattito pubblico. Resta inoltre approfondita la ricognizione delle organizzazioni internazionali, mentre l’appendice dei dati permette di valutare ancor più nel dettaglio e in prospettiva comparata i cambiamenti in corso.

Prezzo: € 39
Pagine: 796
Collana:Varia
In libreria da: 29/11/2022

Dieci anni di sfide

In questo volume è raccolto il primo repertorio ragionato e autorizzato degli scritti e dei discorsi di Mario Draghi, dall’assunzione dell’incarico di presidente della Banca centrale europea fino al mandato come presidente del Consiglio. Tornano i temi della crescita e dei giovani, si conservano intatte la vocazione europeista, la fiducia nelle istituzioni, l’ispirazione ai grandi intellettuali della storia (da Cavour a Caffè, da Monnet a De Gasperi). Nel dispiegarsi di dieci anni di politiche e di politica – dalla battaglia per salvare l’euro all’invasione dell’Ucraina, passando per l’ascesa del populismo e la pandemia – emergono nitide le peculiarità di una carriera illustre, che trae solidità da principi e valori cardine, sempre sostenuti con coerenza, incarnati con saldezza, difesi con trasparenza.

Prezzo: € 25
Pagine: 292
Collana:BET
In libreria da: 25/11/2022

L’impresa italiana

L’impresa, grande o piccola che sia, è il motore dello sviluppo economico e quindi del benessere di una nazione. E se le capacità organizzative, manageriali e tecniche di chi la dirige e di chi ci lavora sono la sua vera e propria spina dorsale e costituiscono la base dell’innovazione che rende possibile rispondere alle continue sfide, tanti altri fattori contribuiscono alla sua fortuna: la specificità e il dinamismo dei mercati nazionali, le possibilità e capacità di investimento, il rapporto con lo Stato, la regolamentazione della competizione, la cultura nazionale, politiche di sostegni, salvataggi, logiche di maggiore o minore protezionismo. Quella raccontata in queste pagine da Franco Amatori e introdotta da Ferruccio De Bortoli è una storia che parte dalla grande impresa sorta sul finire dell’Ottocento, a seguito della seconda rivoluzione industriale, nei settori della chimica, della metallurgia, della meccanica, affiancata alla più piccola impresa dei settori manufatturiero, tessile, delle calzature, e giunge ai nostri giorni attraverso gli straordinari progressi dell’elettronica e delle telecomunicazioni e la rivoluzione di Internet e delle infrastrutture per la Rete.

Prezzo: € 10
Pagine: 128
Collana:Voci
In libreria da: 18/11/2022

Matta

Lettere a Luisa

Sebastián Matta è stato uno degli artisti più rappresentativi e originali del Novecento. Ma se la sua opera è nota, esposta nei maggiori musei del mondo, ciò che offre questo libro è un ritratto più intimo, domestico, che pagina dopo pagina si configura attraverso le lettere, i biglietti, le comunicazioni personali anche più banali con Luisa Laureati – che di Matta è stata prima rappresentante per l’Italia, poi amica e confidente. Scopriamo così l’artista nella sua quotidianità, i lati finora ignoti del suo carattere, la sua generosità. E scopriamo anche i magnifici disegni e le illustrazioni con cui adornava le comunicazioni all’amica – a volte accenni, altre vere e proprie opere pensate per la destinataria, sempre incredibilmente sfavillanti. Apre il volume una toccante introduzione di Luisa Laureati, seguita da un’intervista che Antonio Gnoli fece a Matta poco prima della sua morte e da un saggio di Giulia Lotti. In chiusura, un’autobiografia dell’artista e lo speciale contributo di Giuliano Briganti, storico dell’arte, giornalista e marito di Luisa.

Prezzo: € 29
Pagine: 220
Collana:Fuori Collana
In libreria da: 28/10/2022

Fascismo

Quel che è stato, quel che rimane

Il fascismo è stato il più importante fenomeno politico nella storia d’Italia e uno dei più rilevanti del xx secolo in genere. Ha influenzato la politica di molti paesi ed è stato oggetto di una straordinaria mole di studi. A cent’anni dalla Marcia su Roma continua a essere utile riflettere sulle condizioni politiche, economiche, sociali e culturali che aprirono la strada alla sua affermazione. È quanto fanno – e ci aiutano a fare – i saggi raccolti nel volume, che ne ripercorrono la storia dalle origini alla caduta,  ricostruendone i “valori”, la conquista del potere,  le trasformazioni, il consenso, le interpretazioni,  e contestualizzandolo nel più ampio scenario europeo. La chiave di lettura è duplice: innanzitutto, il fascismo non è il passato che non passa, ma è un passato che ha considerevolmente influenzato il presente e che deve essere conosciuto approfonditamente per costruire un futuro migliore. In secondo luogo, esso tentò di imporre una visione totalitaria alla società italiana ma, tra ambiguità, concessioni, viltà, non riuscì ad acquisire il pieno controllo sopra la Monarchia, la Chiesa, le Forze Armate,  gli industriali, e dovette fare i conti anche con gli antifascisti  che coraggiosamente mantennero viva la loro opposizione.  Il volume mira a offrire ai lettori il materiale indispensabile per acquisirne una corretta e approfondita conoscenza e comprendere se esso possa in qualche modo ripresentarsi.

Prezzo: € 27
Pagine: 440
Collana:Visioni
In libreria da: 07/10/2022

La gentrificazione è inevitabile e altre bugie

Come definiamo la gentrificazione? Un processo che sostituisce una comunità con un’altra? È una questione di classe? O di opportunità economiche? E c’è un modo per combatterla? Viaggiando tra Toronto, New York, Londra, Parigi e San Francisco, Leslie Kern, autrice del best seller La città femminista, scruta il mito e le bugie intorno a quella che pare a tutti gli effetti la crisi urbana più urgente dei nostri tempi. Osservato per la prima volta nel 1950 a Londra e teorizzato da pensatori di spicco come Ruth Glass, Jane Jacobs e Sharon Zukin, questo vero e proprio processo di sfollamento dilaga in ogni città e nella maggior parte dei quartieri. Al di là dello studio di yoga, del mercato contadino e del salone di tatuaggi che hanno preso il posto delle vecchie botteghe, ha un impatto devastante sulle comunità più vulnerabili. Svelando la violenza di discriminazioni basate su classe, razza e genere, Kern sostiene che il fenomeno sia la continuazione del progetto coloniale che ha rimosso i nativi dalla loro terra e che oggi si traduce in aumento degli affitti, sfratti, trasformazione dei negozi di quartiere, comunità distrutte. Ma se la gentrificazione non è inevitabile, cosa possiamo fare per fermare la marea? Kern propone un’anti-gentrificazione decoloniale, femminista, queer, che esige il diritto alla città per tutti, la restituzione degli spazi o risarcimenti per coloro che sono stati allontanati.

Prezzo: € 24
Pagine: 296
Collana:Visioni
In libreria da: 30/09/2022

Lavoro

«Non c’è vita senza lavoro»: da questo assioma si sviluppa l’articolata riflessione di Jean Fourastié che ripercorre tutta la storia dell’attività dell’uomo, partendo dalla profonda differenza esistente tra l’accezione del termine “lavoro” dei nostri più lontani antenati e quella propria delle società contemporanee. L’analisi non si limita a seguire il corso dei molteplici cambiamenti, ai fini della produttività, intervenuti grazie alle innovazioni nel campo scientifico e in quello tecnologico, ma si sofferma in particolare sul valore umano e identitario del lavoro, sul suo significato per la dignità dell’individuo. In tal senso, oltre a esaminare aspetti come l’organizzazione, la divisione dei compiti, la subordinazione gerarchica, l’autore ha dedicato particolare attenzione al tema della durata del lavoro e del rapporto con il tempo libero – un aspetto su cui si discute molto nelle nostre società e che si apre a più ampie considerazioni sulla qualità della vita – nonché a quello, purtroppo attualissimo, della lotta contro la disoccupazione e delle problematiche future che inevitabilmente ci troveremo ad affrontare.

Proprio su quest’ultimo nodo ben si innesta l’introduzione di Maurizio Landini che, nel suo ruolo di segretario nazionale del principale sindacato dei lavoratori italiani, offre un ideale seguito alle considerazioni di Fourastié.

Prezzo: € 10
Pagine: 104
Collana:Voci
In libreria da: 16/09/2022

Paura della scienza

L’età della sfiducia dal creazionismo all’intelligenza artificiale

Perché negli anni del Covid-19, nonostante la rapidità con cui sono stati messi a punto i nuovi vaccini, molte persone nutrono diffidenza o ostilità nei loro confronti? Partendo da questa domanda, Enrico Pedemonte è risalito alle origini della sfiducia nella scienza dilagante ai nostri giorni. La prima parte del viaggio lo porta a indagare le ragioni che hanno spinto gli evangelici americani a costruire una scienza alternativa al darwinismo; l’industria (dal tabacco al petrolio) a fare colossali investimenti per contestare il consenso scientifico; gli ambientalisti a screditare il biotech; il movimento postmoderno ad attaccare le certezze della scienza. E mentre affiorano le radici storiche del negazionismo no-vax, l’autore dimostra come la ricerca abbia cambiato pelle diventando un mondo sempre più privatizzato, dove si moltiplicano le truffe. La tesi di fondo è che la sfiducia nella scienza sia solo una delle forme con cui i cittadini si oppongono al Potere. Nella seconda parte emerge il ruolo centrale che l’intelligenza artificiale sta assumendo nella rivoluzione tecnologica in corso. Destinata a cambiare il mondo con una rapidità mai vista prima, a diventare l’unica scienza, l’ia è alla base dei rapidi progressi in tutti i settori della ricerca e promette di risolvere molti drammatici problemi del pianeta. Ma c’è un’altra faccia della medaglia: questa tecnologia è controllata da un numero sempre più ristretto di società private, in prima fila le piattaforme tecnologiche, che detengono il monopolio delle sue applicazioni. Il controllo pubblico di questo immenso Potere diventa un obiettivo indispensabile per evitare lo scetticismo e la rabbia nei confronti (anche) della scienza.

Prezzo: € 21
Pagine: 284
Collana:Visioni
In libreria da: 16/09/2022

Iscriviti alla Newsletter per rimanere sempre
aggiornato sui libri in uscita