Comunicazione scientifica
Comunicazione scientifica

Rossella Panarese

Comunicazione scientifica






Introduzione di Chiara Valerio

Mai come in questi ultimi mesi, da quando è iniziata la pandemia, ci siamo resi conto del bisogno di comunicare la scienza. E di farlo bene ­– perché la scienza, come abbiamo imparato, deve saper parlare con una “voce” sola. Rossella Panarese è stata quella voce: con autorevolezza ed eleganza, dal microfono di Radio 3 Scienza, il programma di Rai Radio 3 che ha ideato, condotto e diretto per molti anni. In queste pagine redatte per l’Enciclopedia Treccani – e apparse pochi mesi prima della prematura scomparsa della sua autrice – ritroviamo le molte questioni di fondo che assillano il nostro tempo.

Mai come in questi ultimi mesi, da quando è iniziata la pandemia, ci siamo resi conto del bisogno di comunicare la scienza. E di farlo bene ­– perché la scienza, come abbiamo imparato, deve saper parlare con una “voce” sola. Rossella Panarese è stata quella voce: con autorevolezza ed eleganza, dal microfono di Radio 3 Scienza, il programma di Rai Radio 3 che ha ideato, condotto e diretto per molti anni. In queste pagine redatte per l’Enciclopedia Treccani – e apparse pochi mesi prima della prematura scomparsa della sua autrice – ritroviamo le molte questioni di fondo che assillano il nostro tempo.

Contrai -
Non disponibile
Prezzo: €
Collana: Echi
In libreria dal:
ISBN:
Pagine:
Prezzo: € 0,99
Collana: Echi
Disponibile dal: 20/05/2021
ISBN: 9788812009572

Gli autori

Rossella Panarese

Rossella Panarese (1960 – 2021) è stata una autrice e conduttrice di Radio3 Rai, dove ha fatto parte dello staff di direzione. A partire dal 1991 ha contribuito a ideare e ha condotto programmi dedicati alla scienza nel palinsesto di Radio3, come Palomar, Futura, Duemila. Nel 2003 è l’ideatrice di Radio3 Scienza, il quotidiano scientifico ancora oggi in onda. Ha tenuto per molti anni corsi e laboratori di linguaggio radiofonico nei Master in comunicazione della scienza della SISSA di Trieste e della Sapienza Università di Roma.

Chiara Valerio

Chiara Valerio, nata a Scauri nel 1978, è responsabile della narrativa italiana della casa editrice Marsilio e lavora a Rai Radio3. Collabora con «L’Espresso» e «Vanity Fair». Ha studiato e insegnato matematica per molti anni e ha un dottorato di ricerca in calcolo delle probabilità. Tra le sue pubblicazioni: A complicare le cose (Robin, 2003), La gioia piccola d’esser quasi salvi (nottetempo, 2009), Spiaggia libera tutti (Laterza, 2012). Per nottetempo ha tradotto e curato Flush (2012), Freshwater (2013) e Tra un atto e l’altro (2015) di Virginia Woolf. Per Einaudi ha pubblicato Almanacco del giorno prima (2014), Storia umana della matematica (2016), Il cuore non si vede (2019), La matematica è politica (2020) e Nessuna scuola mi consola (2021).

Dalla stampa

Iscriviti alla Newsletter per rimanere sempre
aggiornato sui libri in uscita