L’ombra della sovranità
L’ombra della sovranità

Luigi Alfieri

L’ombra della sovranità

Da Hobbes a Canetti e ritorno




“Sovranità” è stato uno dei termini chiave del linguaggio politico a partire dalla prima età moderna
e, spesso in accezioni e derivazioni improprie (come “sovranismo”), continua a esserlo anche oggi.
Il suo senso, però, è sempre stato vago e fragile in virtù di una contraddizione esplosiva: alle sue
origini c’è una crisi estrema, la fine della legittimazione dall’alto dell’autorità, della teologia politica
medievale. “Sovranità” è dunque un ponte gettato sul vuoto del silenzio di Dio, è lo sforzo disperato,
ma al contempo irrinunciabile, di distinguere il potere dalla nuda forza mantenendolo ancorato a
un principio, in un contesto in cui la sola sostanza del potere rimane il consenso.

“Sovranità” è stato uno dei termini chiave del linguaggio politico a partire dalla prima età moderna
e, spesso in accezioni e derivazioni improprie (come “sovranismo”), continua a esserlo anche oggi.
Il suo senso, però, è sempre stato vago e fragile in virtù di una contraddizione esplosiva: alle sue
origini c’è una crisi estrema, la fine della legittimazione dall’alto dell’autorità, della teologia politica
medievale. “Sovranità” è dunque un ponte gettato sul vuoto del silenzio di Dio, è lo sforzo disperato,
ma al contempo irrinunciabile, di distinguere il potere dalla nuda forza mantenendolo ancorato a
un principio, in un contesto in cui la sola sostanza del potere rimane il consenso.

Contrai -
Prezzo: € 15
Collana: Visioni
In libreria dal: 18/02/2021
ISBN: 9788812008803
Pagine: 144
Dimensioni: 145x210mm
Prezzo: € 9,99
Collana: Visioni
Disponibile dal: 18/02/2021
ISBN: 9788812008810

Gli autori

Luigi Alfieri

Luigi Alfieri (Siracusa 1951) è professore ordinario di Filosofia politica nell’Università di Urbino Carlo
Bo, dove insegna anche Antropologia politica e Antropologia del pluralismo religioso. Si è occupato
di Nietzsche, Hegel, Girard, Canetti. Si interessa particolarmente della dimensione simbolica della
politica, della costruzione delle identità collettive, della violenza di massa. Tra le sue pubblicazioni:
La stanchezza di Marte. Variazioni sul tema della guerra (Morlacchi, 2012) e, in collaborazione con
D. Scalzo e altri, Vivere il tempo che uccide (Argalia, 2020).

Dalla stampa

Iscriviti alla Newsletter per rimanere sempre
aggiornato sui libri in uscita